Scrivere i numeri

 Passaggio 1: valuta il possibile impatto

Guarda il tuo elenco di possibili eventi. Per ciascuna, rispondi a queste cinque domande, classificando ogni potenziale crisi su una scala da 1 (impatto minimo) a 10 (impatto maggiore). Non preoccuparti della possibilità che si verifichi. Ci arriveremo tra un minuto.

  1. Se la crisi corre il rischio di intensificarsi, quanto potrebbe diventare intensa e quanto velocemente?
  2. In che misura la tua crisi cadrà sotto l'occhio vigile di qualcun altro, come i media, l'FBI o un'agenzia di regolamentazione del governo?
  3. In che misura la crisi interferirà con le normali operazioni della tua azienda?
  4. La tua immagine pubblica interna / esterna è a rischio?
  5. In che misura i profitti della tua azienda sarebbero danneggiati?

Ecco un esempio di come funziona questo processo di classificazione.

Diciamo che gestisci un minimarket. Classifica ogni risposta su una scala da 1 a 10 sul tuo foglio di valutazione del valore di impatto della crisi (segue un esempio).

Una possibile risposta potrebbe essere simile a questa:

Evento 1 2 3 4 5 Media
1. Rapina 8 9 8 2 3 6.0

Ecco come abbiamo ottenuto queste risposte.

  1. Ovviamente, una rapina si intensificherà molto rapidamente, quindi diciamo un 8 per la domanda n. 1.
  2. Che si verifichi durante il tentativo o dopo una rapina riuscita, la polizia o un'altra agenzia delle forze dell'ordine saranno quasi sicuramente coinvolti, quindi il numero 2 è un 9.
  3. Chiuderà la tua attività per una parte della giornata, anche più a lungo in caso di danni, lesioni o incidenti mortali, quindi un 8 per la domanda n. 3.
  4. La tua immagine sarà danneggiata? Probabilmente no dato che sei la vittima. Quindi # 4 classificherebbe un 2.
  5. Qualsiasi impatto finanziario sarebbe trascurabile, soprattutto se sei assicurato o se i soldi o gli oggetti vengono recuperati. Quindi valutiamo # 5 a 3.

Dividi il totale per cinque (il numero totale di domande) e ti ritroverai con un valore di impatto della crisi 6.0 per questo particolare scenario.

Ora, diamo un'occhiata alla seconda parte dell'equazione, la probabilità che si verifichi questo scenario. Se fai qualche ricerca statistica, scoprirai che c'è una probabilità del 6% che un minimarket venga derubato in un determinato momento. Questa è la media nazionale.

Ma diciamo che sai già che il tuo negozio è stato derubato due volte negli ultimi cinque anni ed è in un quartiere difficile che ha un alto tasso di criminalità nel complesso. Sebbene la probabilità statistica sia solo del 6% a livello nazionale, l'esperienza ti dice che sarà più alta nella tua località. Scegli di dargli una probabilità del 20%. Ciò significa che, sebbene una rapina abbia un impatto medio sulla tua attività, c'è solo una possibilità su cinque che accada in un determinato momento.

La classifica finale per questo scenario sarebbe quindi 6.0 / 20, una media di 6.0 per l'impatto che avrebbe sulla tua attività e una probabilità del 20% che si verifichi.

Sebbene la possibilità che accada è bassa, puoi comunque fare qualcosa per ridurre l'impatto di una rapina, se lo desideri. Ad esempio, potresti installare un'altra o due telecamere di sicurezza, tenere meno contanti a portata di mano, aggiungere più illuminazione nel parcheggio: l'elenco potrebbe continuare.

Ma prima di chiamare una società di sicurezza o un elettricista, pensa di più alla crisi stessa. L'impatto potenziale vale il costo? Quanto ti costerà aggiungere queste funzionalità di sicurezza extra? È sostanzialmente più di quanto costerebbe non fare nulla? Al contrario, come cambierebbero i numeri se armassi i tuoi dipendenti e li incoraggiassi a essere proattivi piuttosto che reattivi? Vale i soldi che perderesti?

Mentre esegui i numeri, ricorda che di solito ci sono due livelli di costo. Ci sono costi elevati e costi morbidi. I costi duri sono i dollari effettivi che ti costa una crisi, che possono includere misure preventive o perdite di reddito causate dalla situazione. Al contrario, i costi morbidi sono le cose che non puoi sempre vedere prontamente: diminuzione della produttività, aumento dell'assenteismo, richieste di risarcimento dei lavoratori, aumento del fatturato, erosione del sostegno della comunità, cattiva pubblicità, ecc.

A seconda della crisi in corso, il costo dell'intervento può sembrare pari ai costi duri di una possibile perdita. Ma le deboli perdite in dollari possono creare un effetto drenante sulla tua attività poiché continui a perdere entrate molto tempo dopo che la crisi iniziale è passata, spesso senza accorgertene finché non è troppo tardi.

In genere, maggiore è l'attenzione che la tua crisi riceve nelle notizie, maggiore è la probabilità che subirai un costo in dollari morbidi. Questa debole perdita di dollari può verificarsi per settimane, mesi o addirittura anni. Vuoi passare attraverso questo processo e analizzare i costi in dollari duri e deboli per ogni crisi che hai identificato.

Ecco un foglio di lavoro di esempio in modo da poter vedere come appare un'analisi completata. Le crisi identificate sono quelle di un rivenditore di medie dimensioni, ma avrai un'idea di come funziona il tutto.

Esempio di un foglio di valutazione del valore dell'impatto della crisi