Perché devi pianificare ora!

Le aziende non si aspettano mai che si verifichi un disastro proprio davanti ai loro occhi. Certamente, la BP non si sarebbe mai aspettata la fuoriuscita di petrolio dalla Deepwater Horizon, che ha scatenato 4.9 milioni di barili nelle acque e sulle spiagge del Golfo del Messico. Barilla Pasta non si sarebbe mai aspettata che le osservazioni del suo CEO in un programma radiofonico italiano sugli omosessuali facessero precipitare le vendite di mezzo mondo negli Stati Uniti, e probabilmente non è mai venuto in mente alla chef televisiva Paula Deen che alcuni insulti razzisti pronunciati anni fa l'avrebbero scossa. milioni di impero al suo interno.

Anche se queste aziende o individui potrebbero non essere stati in grado di vedere la crisi specifica arrivare in quel modo, avrebbero potuto essere preparati a rispondervi in ​​modo molto più efficace se avessero eseguito alcune due diligence, considerato le possibilità e creato un piano di crisi per affrontare esso.

Come parte del tuo piano, dovresti:

  • Identifica ogni potenziale crisi che potrebbe interessarti, non importa quanto remota possa sembrare.
  • Determina cosa si può fare per ridurre al minimo i rischi che ciò accada in primo luogo o, se dovesse accadere, ridurre al minimo il danno che potrebbe causare.
  • Crea un piano di continuità aziendale che puoi seguire in tempi di crisi per guidarti attraverso il processo.
  • Prova il piano almeno una volta all'anno e apporta le modifiche in base alle tue esercitazioni, ricordando di mantenere le risposte flessibili poiché non esistono due crisi uguali.

Un piano di crisi completo e attentamente elaborato ti aiuterà a sapere cosa fare dopo in una crisi. Pensa alla pianificazione delle crisi nello stesso modo in cui faresti la lotta antincendio. Con un incendio, fai tutto ciò che è in tuo potere per impedirgli di scoppiare in primo luogo. Se scoppia, almeno sai dove sono gli estintori. È quasi impossibile spegnere un incendio mentre stai ancora cercando di capire come avvicinarti. Se ci provi, molto probabilmente ti brucerai.

Di seguito sono riportati solo alcuni eventi che possono interrompere le tue operazioni o addirittura metterti fuori mercato:

  • Disastri naturali - Queste sono le crisi più conosciute, inclusi terremoti, tornado, uragani, smottamenti, ecc. I disastri naturali possono anche includere inondazioni causate da tubi dell'acqua scoppiati o da un tetto crollato che non poteva più trattenere l'acqua durante una tempesta. In un sondaggio Gallup, il 30% delle aziende intervistate ha riferito di essere stato chiuso 24 ore o più negli ultimi tre anni a causa di un disastro naturale.
  • Furto o vandalismo - Il furto può essere monetario, ma può anche essere la perdita o la disabilitazione di dati o proprietà intellettuale.
  • Fuoco - L'incendio può essere causato da un cortocircuito nel cablaggio del tuo edificio, da un incendio doloso, da una linea elettrica abbattuta durante una tempesta o da uno strumento o un apparecchio lasciato acceso.
  • Errore IT - Questo può includere virus informatici, pirateria informatica, errori di sistema o persino un disco rigido sequestrato di cui non ti sei mai preoccupato di eseguire il backup. Secondo il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti, il 93% delle aziende che subiscono una significativa perdita di dati chiude l'attività entro cinque anni.
  • Accesso limitato alla sede della tua attività - Questo può accadere quando c'è una fuga di gas o un incidente mortale sul posto. Come gestirai la tua attività da remoto durante un evento che limita l'accesso alla tua posizione?
  • Perdita o malattia del personale chiave - Ciò può includere la morte inaspettata del fondatore dell'azienda in un incidente d'auto o un membro del team di gestione senior che è inabile a causa di un ictus o di una malattia grave.
  • Focolaio di malattia o infezione - L'industria alimentare gestisce regolarmente focolai di salmonella o e.coli, ma questo può includere anche un dipendente a cui è stata diagnosticata l'epatite o il morbillo.
  • Attacco terroristico - Sì, questo può succedere a te. Ricordi l'attentato di Oklahoma City o l'9 settembre? Anche se non sei il bersaglio diretto, la tua attività può essere influenzata da danni collaterali o dalla mancanza di accesso alla tua struttura in seguito.
  • Crisi del fornitore o del cliente - Quali eventi potrebbero impedire a un fornitore di fornirti prodotti o forniture? Cosa succede se il tuo cliente o cliente non può raggiungere la tua sede di attività per acquistare i tuoi prodotti o servizi o non può chiamarti perché i telefoni erano morti? E come gestireste un richiamo di un prodotto, anche un richiamo di un prodotto che vendete e non fabbricate?
  • Copertura mediatica sprezzante - Un articolo non deve essere vero per danneggiare la tua attività. Cosa faresti se fossi sparato dalla stampa o da una lettera all'editore? Dovresti rispondere? E se è così, come dovresti rispondere? E come gestisci la diffusione di informazioni negative o dannose nell'era dei social media e dei cicli di notizie di 24 ore?

Una parola alle piccole imprese e alle startup ...

Potresti leggere questo e pensare a te stesso: "Ma sono solo un'operazione di una persona che lavora fuori casa o ho solo una manciata di dipendenti che lavorano part-time per me. Perché dovrei fare tutto questo lavoro? "

La risposta semplice è che hai investito molto impegno, denaro, tempo e risorse nella creazione e nello sviluppo della tua attività. Tutti quei mesi, persino anni di lavoro possono essere spazzati via in un unico momento inaspettato. La creazione di un piano di crisi, anche semplice, ti guiderà nei momenti difficili in modo da poter uscire da una crisi, non importa quanto grande o piccola, ancora intatta. Non devi impazzire nel creare un piano o persino fare un trapano.

Ma vuoi sapere dove si trovano quegli estintori, dall'avere duplicati di assicurazioni, documenti di costituzione e numeri di conto conservati in modo sicuro lontano dalla tua sede di attività, a sapere come contattare i tuoi dipendenti in caso di crisi per far loro sapere quando e se può tornare a lavorare.

Quale sarebbe lo scopo di avviare un'impresa se non si prevede di proteggerla e, cosa più importante, continuare a farla andare all'inferno o all'alta marea?